Home » Acquario di Genova – Impianto di trigenerazione

Il più grande Acquario d'Europa è a Genova

Costa Edutainment SpA

IL CLIENTE

L’Acquario di Genova ha la più ricca esposizione di biodiversità acquatica in Europa. 

Oltre 70 ambienti e circa 12.000 esemplari di 600 specie, provenienti da tutti i mari del mondo. Da quelle rare come i lamantini, le mitiche sirene, ai delfini; dai pinguini, agli squali. E poi meduse, foche e coloratissimi pesci tropicali.

www.acquariodigenova.it

La diagnosi energetica che EXCO (società del gruppo Planex – www.excoenergy.com) fece, individuò il grandissimo potenziale di risparmio energetico e di riduzione dell’impatto ambientale che avrebbe potuto dare un impianto di trigenerazione da 1200 kW elettrici.
La diagnosi prevedeva un interessantissimo payback di 2,5 anni, ma anche notevoli difficoltà realizzative: spazi ridottissimi, contesto urbano vincolato, siamo nel cuore del Porto Antico di Genova, necessità di mantenere in esercizio l’intero Acquario, controllo del rumore e delle vibrazioni per la salvaguardia degli animali.
L’investimento era significativo ed il boccone goloso per le società di servizi energetici che accorsero, numerose e blasonate, per offrire l’impianto chiavi in mano: progetto, costruzione e gestione, a fronte di contratti pluriennali di cessione di energia elettrica e calore…

 

Le alternative erano: affidare il progetto “chiavi in mano” ad una blasonatissima società di servizi energetici, con grande vantaggio iniziale per le casse di Costa Edutainment, oppure seguire un processo tradizionale di appalto, affidando la progettazione da mettere in gara e poi affidare i lavori di costruzione.
La complessità del contesto e la mancanza di documentazione aggiornata, lasciavano presagire, nel primo caso, costi fuori controllo, tempistiche incerte e dilatate, rischio di contenziosi e grande impegno del personale tecnico interno.
Nel secondo caso serviva una società di ingegneria competente e specializzata in progetti complessi: per questo è stata scelta Planex.

In venti mesi il progetto è stato concepito, appaltato, costruito e collaudato.
Sono stati rispettati tutti i vincoli paesaggistici del Porto Antico di Genova, rigorosamente controllati da RPBW dell’archistar Renzo Piano.
Rumore e vibrazioni sono al di sotto dei livelli previsti in fase di progetto.
I rendimenti sono al di sopra delle previsioni.
Il payback time è confermato in 2,5 anni.

L’impianto, realizzato nel rispetto del budget iniziale ed entrato in esercizio commerciale ad aprile 2019, è costituito da:

  • cogeneratore a gas metano da 1.200 kWe / 1.300 kWt, installato sulla copertura dell’acquario
  • assorbitore a bromuro di litio da 1.100 kWf
  • abbattimento eccezionale dei costi energetici

Per stare al passo con con il mercato che cambia vorticosamente non puoi perdere opportunità.

Hai bisogno di un partner che non ti freni ma assecondi la tua creatività.

Noi pensiamo di essere questo tuo partner.